lunedì 31 maggio 2010

Ci hanno detto che...



Ci hanno detto che il tema può essere difficile, a pensarci su si entra in crisi. Noi crediamo nella vostra creatività (e poi "crisi" è la parola, purtroppo, dell'anno).
Ci hanno detto che il regolamento appare un po' restrittivo...vorremmo tranquillizzare che le immagini che ci spedite non verranno utilizzate a scopo commerciale, ma solo per usi concernenti la Festa e il Concorso/mostra (per fare un esempio remoto: un catalogo se mai verrà fatto) e comunque sempre con l'indicazione del nome del fotografo.
Ci hanno detto che è una bellissima idea fare un concorso fotografico...e però poi siamo tutti un po' timidi e abbiamo un po' paura a fare una foto e spedirla.
Quello che diciamo noi è che abbiamo bisogno di voi! :-)
Toglietevi il timore: questo concorso è aperto a TUTTI, non a una categoria particolare di persone o professionisti.
E' anche noto che spesso una fotografia, anche se tecnicamente imperfetta, colpisce per la semplicità o per il messaggio. Viceversa, la pura tecnica non rende una foto automaticamente vincitrice di un concorso.
Inoltre, il fine ultimo è quello di fare cultura tutti assieme, di coinvolgere i visitatori e tutti assieme PARTECIPARE.

Perciò partecipate, partecipate, partecipate!!! :-)

martedì 18 maggio 2010

Linee guida per partecipare al Concorso

Tutti possono partecipare al concorso fotografico Libera Lo sguardo! Basta seguire queste semplici azioni:

1) Scegliere una o due foto (colore oppure B/N) che siano coerenti con il tema del Concorso: “Il territorio devastato: dalla cartaccia all'ecomostro”

2) Farle stampare 20x30 con proporzioni 2:3 (costo medio: 3€ circa)

3) Scrivere dietro la foto il proprio nome e cognome, un indirizzo e-mail di riferimento, un recapito telefonico e naturalmente anche un titolo per la foto (va bene anche un "senza titolo"...)

4) Stampare il modulo di iscrizione e compilarlo in ogni sua parte

5) Imbustare tutto e spedire entro il 10 luglio 2011 alla Segreteria del Concorso, presso Fotostudio Negri - P.zza Libertà, 26 - Cornaredo 20010 (MI)

Le opere pervenute e selezionate verranno esposte tra il 21 e il 31 luglio 2010 a Cornaredo durante la Festa di Liberazione "Comunistinfesta", visitata ogni anno da migliaia di persone.

Saranno assegnati tre premi da parte della giuria:
1. un weekend per due persone in Val di Scalve
2. una cassa da sei bottiglie di vino “Il Sol dell’Avvenir” dell’azienda agricola Viranda
3. un bonsai
Anche il pubblico sceglierà la sua foto preferita! L'autore della foto più votata vincerà una macchina fotografica offerta da Fotostudio Negri

giovedì 13 maggio 2010

Perché un concorso fotografico e una mostra collettiva?

Perché abbiamo pensato a un concorso fotografico che sfociasse in una mostra collettiva?





Chi scrive è nata e cresciuta a Milano, eppure apprezza da anni gli sforzi, l'entusiasmo e l'organizzazione di quella che affettuosamente chiama "la banda di cornaredo". Sarebbero le menti (e le tante braccia) che stanno dietro a quell'evento che ormai è un appuntamento fisso dell'estate in provincia.
Adoro dare nel mio piccolo una mano quando ce n'è bisogno, perché le persone che incontro durante la Festa sono d'ispirazione. I sorrisi dei volontari, i profumi dalle cucine, la musica dei concerti, le grappe e i vini in compagnia, le bancarelle colorate, le chiaccherate di politica sotto il cielo notturno...sono tante le immagini che mi vengono in mente se ripenso agli ultimi anni della Festa, e sono tutti belli. Tutti così veri, tutti così sinceri.
In un mondo che cambia alla velocità della luce, che ci lascia spesso indietro perplessi, che non ci dà il tempo di adattarci, però, abbiamo creduto fosse utile cercare di fissare delle immagini che ci raccontassero la Realtà.
Quella della vita reale, quella dei sogni, quella dell'esperienza nostra o di altri. Quella che viviamo fuori o dentro di noi.
Ecco perciò che nasce un (goffo?) tentativo di mettere insieme le esperienze di tutti coloro che vorranno partecipare. Il Lavoro è una esperienza che ci coinvolge volenti o nolenti, e può essere visto in ogni sfumatura: lavoro è una madre che gestisce la quotidianità, un operaio impegnato in fabbrica, un ingegnere che dirige un cantiere, dei volontari che ci regalano il loro tempo, dei creativi che festeggiano una buona idea, degli studenti che sostengono un esame, oppure possono essere scampoli di vita lavorativa che non ci appartengono ma che vorremmo tanto fare nostri.
Per una volta, ci piacerebbe poter prendere un respiro e fermarci a ragionare, a vedere davvero.
La fotografia può essere un buon supporto per questo scopo: un fermo immagine di questa giostra veloce, in cui cogliere piccoli dettagli che altrimenti sfuggirebbero.
Il mondo è troppo ricco di sfumature che non abbiamo il tempo di apprezzare: vorremmo che ci riappropriassimo del diritto di fermarci, guardare e ragionare sulle realtà che ci mostrerete con il vostro sguardo sul mondo.
Abbiamo bisogno di voi tutti per poter rendere concreto questo esperimento: partecipate, e proviamoci assieme.

domenica 2 maggio 2010

Modulo di iscrizione alla mostra

Da ora è disponibile il Modulo di Iscrizione alla mostra/concorso fotografico, e lo trovate scaricabile a questo indirizzo: cliccare qui per il download.

Il modulo è da scaricare, stampare, compilare in ogni sua parte e quindi spedire all'indirizzo citato all' Art. 5 del regolamento del concorso (scarica), unitamente alla stampa della foto (o delle foto) che partecipano al concorso.
Si ricorda che le foto ammesse sono al massimo due per partecipante: non speditene di più.
Si è verificato un errore nel gadget